ALTE MARCHE FOOD: IL GUSTO DELLE ALTE MARCHE

Oggi vi portiamo a conoscenza del “super energetico” Bostrengo del Comune di Apecchio, una ricetta De.C.O.

Il Bostrengo è un dolce tipico delle intere Marche. Le sue origini sono incerte, sia il Montefeltro sia la zona dell’ascolano si contendono la paternità di questo dolce che assume nomi diversi, viene chiamato Burlengo in provincia di Pesaro-Urbino fino alla Romagna e Frustingo nel sud delle Marche. La varietà degli ingredienti che lo compongono lascia supporre che la sua preparazione abbia avuto origine nelle campagne del Montefeltro in tempi remoti.

Una delle sue particolarità è che la ricetta cambia da zona a zona, nel giro di pochi chilometri possiamo trovare delle varianti determinate dalla disponibilità di prodotti diversi. Inizialmente era un dolce dei poveri, veniva chiamato anche “svuotacredenza” poiché, appunto, per farlo si usava un po’ tutto quello che c’era in casa. Veniva preparato con gli alimenti base della tavola contadina come pane raffermo, farina, noci, mele, fichi secchi e zucchero a cui via via se ne sono aggiunti altri quali farina gialla e buccia d’arancia.

E’ importante precisare che la ricetta per la preparazione del Bostrengo di Apecchio è rimasta invariata nel corso dei secoli, a differenza di altri luoghi dove il dolce ha subito delle contaminazioni con l’aggiunta di riso e di cacao che, seppur sfiziose, hanno determinato un allontanamento dalla tradizione per il semplice fatto che il riso e il cacao in particolare, sono entrati nella cucina delle nostre popolazioni in epoca più recente rispetto alla ricetta originale.

La ricetta del Bostrengo di Apecchio è stata tramandata nei secoli dalle massaie che preparavano il dolce, sia per integrare la povera dieta alimentare della famiglia, sia in occasioni di feste importanti, utilizzando ciò che possedevano in casa.

Oggi prelibatissima eccellenza riesce a differenziarsi tra tanti dolci, per il suo altissimo valore energetico. Apecchio vanta ancora tantissime casalinghe che riescono a fare il vero “Bostrengo”. È ricordato con la tradizionale “Sagra del Bostrengo” in programma tutti gli anni durante il periodo di ferragosto.

De.C.O.

© 2020 Unione Montana del Catria e del Nerone (Area Informatica). Tutti i diritti riservati