“UN COMUNE TIRA L’ALTRO” – FRONTONE

6° appuntamento con la rubrica in cui vi porteremo alla scoperta delle nostre eccellenze, le eccellenze delle Alte Marche, il cuore accogliente dell’Appennino.
 
Oggi vi facciamo conoscere il’ “gustoso”
Comune di Frontone, la città della crescia!
 
La storia è legata soprattutto al suo Castello, conteso da principi e da guerrieri per il dominio delle contrade circostanti. I primi documenti che parlano del Castello e di Frontone risalgono all’XI secolo e la sua storia è legata a quella delle signorie di Gubbio e Urbino. Dal 1291 al 1420 i signori di Frontone furono i Gabrielli di Gubbio. Spodestata la signoria dal Conte, Frontone s’inserisce nella storia delle famiglie dei Montefeltro e dei Della Rovere e del Ducato di Urbino. Nel 1445 Sigismondo Malatesta di Rimini in guerra contro il Duca Federico, tentò di togliergli il Castello, ma l’intervento del Duca mise in fuga i Malatesta. In seguito a questo fatto si decise di intraprendere importanti lavori di potenziamento del sistema difensivo grazie a Francesco di Giorgio Martini, famoso architetto ducale. Nel 1530 il territorio di Frontone divenne contea del Ducato di Urbino, dono di Francesco Maria al conte Gianmaria Della Porta e tale rimase fino alla abolizione delle giurisdizioni feudali.
Nel 1985 il Comune decide di acquistarlo dal Conte Ferdinando Della Porta e oggi il Castello è di proprietà pubblica.
 
Tante le eccellenze culinarie di Frontone ma quella che primeggia è la tipica “Crescia” De.Co. La tradizione contadina ha tramandato per generazioni cosa e come impastare per le cresce in graticola: va rigorosamente cotta adagiata sui carboni ardenti. Durante la cottura, va spennellata con strutto di maiale. Il segreto di una buona crescia è naturalmente negli ingredienti: farina di grano tenero, acqua, strutto, uovo, sale e pepe. L’impasto deve riposare per circa un’ora e poi deve essere steso rigorosamente a mano. Prima di essere posta sulla graticola, va “piccata” con una forchetta.
Per tutto questo Frontone è di certo la più “gustosa capitale della Crescia in graticola”!
 
 
© 2020 Unione Montana del Catria e del Nerone (Area Informatica). Tutti i diritti riservati