skip to Main Content

In the Alte Marche, “know-how” is an expression that encompasses knowledge and talent, the priceless skills of those who know how to revive tradition by reinterpreting it every day. Ancient and modern creativity and passion come together in the works of the many local artisans and entrepreneurs who produce food, wine or beer, make art and create artistic artefacts. In this region, investments are made to ensure that human and cultural heritage is valued and shared. This is why each town has places dedicated to exhibitions, workshops and crossroads of small gems: visiting these spaces means coming into contact with our culture in the deepest possible way.

alte-marche-creativita-cerchio-1

Il “saper fare”, nelle Alte Marche, è un’espressione che racchiude conoscenza e talento, capacità inestimabili di chi sa far rivivere la tradizione, reinterpretandola ogni giorno. Creatività e passione, antico e moderno, si fondono nelle opere dei tanti artigiani e imprenditori locali che producono cibo, vino o birra, fanno arte e creano manufatti artistici.

alte-marche-creativita-cerchio-2

Su questo territorio si investe affinché il patrimonio umano e culturale venga valorizzato e condiviso. Ecco perché in tutti i paesi si trovano luoghi che sono esposizioni, laboratori e crocevia di piccoli tesori: visitare questi spazi significa entrare a contatto nel modo più profondo con la nostra cultura.

Il passato e il futuro della tradizione

Gli Asili della Creatività delle Alte Marche rappresentano il punto di unione tra passato e futuro del “saper fare” e sono un’autentica ricchezza per la cultura marchigiana. Arte e creatività, tanto quanto idea e realizzazione, sono espressione diretta dei territori e si raccontano attraverso tutta la manifattura artistica e artigiana locale. La specializzazione della bottega spesso utilizza la tecnologia per essere competitiva e allo stesso tempo trova nei materiali innovativi nuova ispirazione. Altrettanto spesso il potenziale creativo e di sapienza non è “delocalizzabile”: sostenere e incentivare queste attività è un modo per far tornare protagonista il territorio e la sua storia.

DA NON PERDERE

Acqualagna

Maestri scalpellini

Apecchio

Centro di formazione professionale (birra e artigianato)

Arcevia

Museo del Giocattolo

Cagli

Mastri pipai

Cantiano

Boscaioli e mulattieri

Frontone

Caseificio (produzione formaggi di capra)

Piobbico

Tappeto lavorato al telaio in pignoli di lana tinti con colori naturali

Sassoferrato

Artigianato artistico delle pelli

Serra Sant’Abbondio

Ecomuseo (carbonaio e pastore)

SCARICA LA MAPPA

GLI ALTRI CLUSTER

Cultura

Vai alla pagina

Outdoor

Vai alla pagina

Spiritualità

Vai alla pagina