skip to Main Content

2 giorni

LE ROCCHE E IL MONTE CATRIA

Itinerario

Ci sono luoghi che sembrano usciti dalle pagine di un libro: il Castello della Porta di Frontone è uno di questi e da qui parte l’itinerario dedicato alle rocche e al Monte Catria. Edificato nell’XI secolo alle pendici del Catria, il maniero si affaccia da uno sperone di roccia su tutta la vallata circostante. Oggi, questo luogo affascinante ospita diverse mostre a tema, da visitare insieme ai suoi ambienti ottimamente conservati. Dopo una visita al Castello è doverosa una passeggiata nel piccolo borgo che lo circonda: un dedalo di viuzze strette e fiorite da cui ammirare un panorama mozzafiato che dall’Appennino si apre fino al mare Adriatico. Salutate Frontone e percorrete pochissimi chilometri fino alla località Caprile dove si trova la cabinovia che porta sul Monte Catria: dedicare il pomeriggio ad una passeggiata sui prati o all’ascesa in vetta (1701 mt s.l.m.) sarà un’esperienza rigenerante per corpo e mente! Anche il secondo giorno di questo itinerario è dedicato a storia e natura: la giornata comincia a Cagli, visitando il Torrione Martiniano e il Soccorso Coverto, entrambi parte di un imponente sistema di fortificazione progettato dall’architetto Francesco di Giorgio Martini su commissione del Duca Federico da Montefeltro. Paragonato esso stesso ad una scultura scavata nella pietra, il Torrione è anche sede del Centro di Scultura Contemporanea: durante la visita potrete dunque ammirare al suo interno opere di artisti di calibro internazionale. La seconda tappa della giornata è Cantiano, a pochi chilometri in direzione Gubbio: oltre al borgo antico, vi consigliamo di visitare i resti della Rocca di Sant’Ubaldo di cui rimangono la duecentesca Torre Pagella e i ruderi del Castello fatto erigere da Federico da Montefeltro nel 1478. Qui, il giorno del Venerdì Santo viene inscenata la suggestiva crocifissione della Turba: questa tradizione secolare è un evento davvero imperdibile se ci si trova nelle Alte Marche durante il periodo pasquale. A questo punto, è un’ottima idea procurarsi un sostanzioso pranzo al sacco con le eccellenze del posto e dedicare il resto della giornata all’hiking. Raggiungete Chiaserna, piccola frazione del Comune di Cantiano famosa per il suo pane, e fatevi preparare dei panini con affettati e formaggi da accompagnare con una bella birra fresca artigianale locale. Zaino in spalla, si va all’esplorazione del Monte Tenetra! Questa è la parte meno conosciuta del massiccio del Catria, ma non per questo meno suggestiva: l’esplorazione del rilievo (1240 mt s.l.m.) regala scorci spettacolari come la valle a conca che sfocia nel pianoro sul quale sorge Cantiano. Dopo aver passeggiato fino al tramonto o aver scelto di esplorare la zona a cavallo, raggiungete uno dei tanti punti di ristoro per la cena: una buona tavola, con una buona compagnia, è la degna conclusione di due giorni alla scoperta di un territorio che in pochi chilometri racchiude secoli di storia, tradizioni e una biodiversità incredibile.

In breve

Durata
2 giorni

Lunghezza
30 km

Periodo migliore
Estate, primavera, autunno, inverno

Ideale per
Outdoor, cultura, spiritualità

Mappa

Gallery

ALTRI ITINERARI

Tra storia e spirito

2 giorni

Dalla gola del Furlo a Monte Nerone

2 giorni

Di castelli, monti e antiche leggende

4 giorni

Gole ed eremi attraverso segreti passaggi

4 giorni

Tour completo delle Alte Marche (primavera/estate)

7 giorni

Tour completo delle Alte Marche (autunno/inverno)

7 giorni

EnglishFrenchGermanItalian