skip to Main Content

Cultura

IL CASTELLO BRANCALEONI

La storia di Piobbico è strettamente legata alla storia della famiglia comitale dei Brancaleoni che ha dominato queste contrade per ben sette secoli.

Il Castello Brancaleoni si è sviluppato sulle tracce di questa storia che va dal 1200 al 1700: la sua costruzione è iniziata come fortezza per poi assumere, nel corso degli anni, l’aspetto di un palazzo rinascimentale, ricco di affreschi, stucchi, camini, scritte in latino, greco e volgare, date e nomi, che hanno permesso di ricostruire l’evoluzione architettonica di questo grande contenitore di ben 135 stanze. La torre con i caratteristici due orologi, uno nella facciata rivolta al paese ed uno nella facciata rivolta verso il cortile San Carlo, fu innalzata verso la fine del ‘500. Accanto a questa, sul lato d’ingresso, si trova un’elegante loggetta che, assieme alla balaustra, rende la facciata pregevolmente aggraziata, conferendo al complesso una raffinatezza che si addice più ad un Palazzo che ad un Castello. L’immensa costruzione si è sviluppata attraverso una serie di interventi ed ampliamenti, fino a raggiungere l’attuale struttura in cui prevalgono i caratteri rinascimentali, ma dove permangono evidenti elementi difensivi e di sicurezza militare tipici del tardo medioevo. Nel Cortile di San Carlo, denominato anche “Piazza Pubblica”, si innalza maestoso e regale il portale a pietre bugnate: questo è l’ingresso d’onore del palazzo, da cui si accede al corridoio a cielo aperto sormontato dallo stemma della famiglia che raffigura il leone rampante con croce seduta, con il motto di famiglia a caratteri greci “Mite e fiero”, il nome del committente Antonio II e l’anno di costruzione in numeri romani (1587). Si deve infatti al conte Antonio II la costruzione della parte più sontuosa e artistica del Palazzo, l’Appartamento Nobile che porta le firme dei più celebri artisti del Ducato di Urbino, come lo stuccatore Federico Brandani e il pittore Federico Barocci. Oggi il Castello Brancaleoni è il protagonista della vita culturale di Piobbico e comprende anche il Museo civico Brancaleoni, composto da diverse sezioni: usi e costumi del territorio, speleologia e geopaleontologia, ornitologia, archeologia e numismatica.

Scopri di più: https://www.castellobrancaleoni.it/

ALTRE ATTRAZIONI CULTURALI

Serra Sant’Abbondio

Porta Santa

Apecchio

Palazzo Ubaldini

Arcevia

Teatro Misa

Cagli

Torrione con soccorso coverto e Rocca

Cantiano

Polo museale Chiostro S.Agostino

Frontone

Castello della Porta

Acqualagna

Il Museo del tartufo

Sassoferrato

Polo Museale

SCARICA LA MAPPA

EnglishFrenchGermanItalian