skip to Main Content

Spiritualità

ABBAZIA DI SAN VINCENZO

L’Abbazia di S.Vincenzo al Furlo o “di Petra Pertusa” (ad Petram Pertusa) è un’abbazia benedettina che si trova nel territorio del Comune di Acqualagna, in località Pianacce, alle porte della Riserva Naturale della Gola del Furlo.

L’esistenza dell’Abbazia è attestata dalle fonti alla fine del X secolo e pare dunque che fu edificata nel periodo del massimo fervore dell’esperienza benedettina in Europa. Questo luogo di silenzio sorge sulla riva sinistra del fiume Candigliano, nell’area della distrutta città romana di Pitinum Mergens, eretta sui resti di un tempio pagano che prosperò grazie alle offerte dei viandanti che dovevano attraversare il Passo del Furlo. L’Abbazia assunse la stessa funzione esercitata dal tempio, cioè di riscuotere le offerte fatte a Dio per l’attraversata del Furlo. Il più antico documento, risalente all’XI secolo, riferisce di un monastero che nell’anno 970 era florido di monaci. La chiesa originariamente era suddivisa in tre navate terminanti con un’abside ma, nel corso dei secoli, è stata profondamente trasformata, tanto che oggi si presenta a navata unica; sulla sua destra si sviluppava il monastero. Secondo la leggenda, dal VI al XVII secolo avrebbe custodito le reliquie di S. Vincenzo, vescovo di Bevagna, qui trasportate dagli abitanti della città umbra, distrutta dai Longobardi. Dopo varie vicissitudini, nel 1040 divenne abate di Petra Pertusa S. Pier Damiani che, a solo 33 anni, già godeva di grande prestigio. L’arrivo di Pier Damiani coincise con un’epoca di grande serenità e prosperità: i monaci ricominciarono a indossare l’abito bianco e l’Abbazia tornò ad essere un luogo di pace. Seguì a questo fiorente momento, un lungo declino durante il quale l’Abbazia venne spopolata e lasciata completamente all’abbandono così, nel 1589, il cappellano la scelse come sua residenza e dal 1637 al 1781 vi celebrò messe pubbliche. Già in quest’epoca quel che è rimasto del complesso abbaziale era usato come casa colonica e magazzino. Oggi l’Abbazia di S. Vincenzo è un luogo meraviglioso, molto amato dagli avventori e dagli abitanti delle Alte Marche: si presenta agli occhi del visitatore in tutta la sua maestosa semplicità, un luogo mistico dal grande fascino che attira turisti e viandanti che, proprio come mille anni fa, si approcciano ad attraversare il Passo del Furlo, come fu 1000 anni fa.

Scopri di più: https://www.iluoghidelsilenzio.it/abbazia-di-san-vincenzo-al-furloacqualagna-pu-2/

ALTRI LUOGHI DI SPIRITUALITÀ

Serra Sant’Abbondio

Monastero camaldolese di S. Croce di Fonte Avellana

Apecchio

Santuario del S.S. Crocifisso

Arcevia

Collegiata di S. Medardo

Cagli

Chiesa di San Domenico

Cantiano

Collegiata S. Giovanni Battista

Frontone

Eremo della Madonna dell’Acquanera

Piobbico

Chiesa di S. Stefano

Sassoferrato

Abbazia di S. Croce

SCARICA LA MAPPA